newslogo

Che cosa rende un uomo poco sexy

Cose che rendono un uomo poco sexy. T-shirt adolescenziali con scritte demenziali, calzini bianchi troppo corti o troppo lunghi, slip al mare o tanga leopardati, cerchietti o capelli mechati, ascelle depilate o scarsa igiene personale, sono tante le ragioni per cui alle donne cadono le braccia a un primo incontro (e non solo). Ecco allora una classifica delle cose più insopportabili in un uomo dal punto di vista femminile.

T-shirt adolescenziali

T-shirt con Daffy Duck, Tasmania, Silvestro, Titti e scritte demenziali del genere “Io sono uno Skianto”, “Che Dio ce la mandi buona” renderebbero poco sexy persino gli uomini più hot del mondo, figuriamoci l’uomo medio.

Tanga

E’ piuttosto improbabile ritrovarsi con un uomo che li indossa senza il minimo sospetto sul suo orientamento sessuale, ma esistono le eccezioni. Beh, un tanga farebbe cadere le braccia persino alle ninfomani.

Pinocchietti

Ci sono solo due categorie di persone che possono indossare i pinocchietti senza conseguenze: le donne e i bambini.

Accessori per capelli

Che si tratti di cerchietti, elastici, forcine poco importa, gli accessori per capelli sono esclusiva femminile. Mai e poi mai sfoggiarli in presenza di una donna.

Canotte sotto la t-shirt

Anche se mamma è ancora convinta che senza canotta ci si prenda il raffreddore, sarebbe il caso di ignorarne i preziosi consigli. Non solo perché a una certa età è opportuno ragionare con la propria testa, ma soprattutto per non rischiare di far scappare a gambe levate qualunque donna.

Bestemmiare troppo spesso

Capita anche ai maschietti più cortesi ed educati di imprecare, la cosa in sé è accettabile, purché lo scaricatore di porto che si cela in loro non prenda il sopravvento.

Poca igiene

La prestanza fisica non regge il confronto con l’igiene personale. Un uomo pieno di muscoli che alzando l’ascella esala aromi sudaticci rientra alla grande nella categoria degli uomini da evitare.

Troppi bracciali

Un polso stretto nella morsa di un numero indefinito di bracciali suscita ribrezzo nella maggior parte delle donne. Sono accessori prettamente femminili “dall’effetto indesiderato”.

Parlare di mamma

Nulla è meno sexy di un uomo mammone, dovrebbe essere chiaro che parlare di certi argomenti non è propriamente indicato davanti a una potenziale conquista. fonte pour femme

Il sindaco di Verona apre alle unioni civili

Le coppie di fatto ormai sono una realtà anche numericamente importante. E non è una questione di sessualità. Anzi. A ben vedere, le coppie gay sono poche. Qui si parla di convivenze tra uomini e donne, soprattutto. La società sta cambiando e non si può fingere che non sia così. Quindi vanno riconosciute». A dichiararlo a La Stampa è Flavio Tosi.

Il sindaco leghista ha poi precisato: «Sia ben chiaro, riconoscere le coppie di fatto non vuole assolutamente dire sì ai matrimoni omosessuali o alle adozioni da parte dei gay. No. Su quello non sono d'accordo. Qui si sta parlando di convivenze. Che siano anche tra persone dello stesso sesso non importa. Ma non c'è dubbio che vadano garantite su questioni fondamentali, come la sanità, l'assistenza e dal punto di vista patrimoniale». Ed ancora: «Sia ben chiaro che non è una parificazione a quella sancita da un matrimonio, alla famiglia "tradizionale". È un aspetto che comunque va affrontato».

Nonostante la premessa sia quella di un diritto da considerare perché a beneficiarne saranno soprattutto le coppie eterosessuali  (che, contrariamente ai gay, potranno così scegliere se sposarsi o convivere), la posizione dell'esponente del Carroccio appare una fra le più aperte del suo partito nei confronti dei gay, soprattutto considerato come molti suoi colleghi si dicano pronti a sacrificare i diritti di chiunque pur di chiudere la porta ai gay.

Fonte: http://gayburg.blogspot.com/2014/07/tosi-apre-alle-unioni-civili-qui-si.html#ixzz38T8oUf2Q

Infezioni sessuali e adolescenti

Infezioni sessuali, sempre più subdole e diffuse

Le adolescenti Usa ignorano la sessualità  consapevole: il 25% delle adolescenti ha una malattia sessualmente trasmissibile e non lo sa

Più di un´adolescente su quattro, negli Stati Uniti, ha un´infezione sessualmente trasmissibile. E spesso, non lo sa neppure. Tre milioni e 200 mila ragazze tra i 14 e i 19 anni, secondo i Centers for Disease Control and Prevention americani, hanno malattie quali il papillomavirus (Hpv), la clamidia, l´herpes genitale o la tricomoniasi.

"Sono dati allarmanti", ha spiegato Sara Forhan, autrice dello studio", che testimoniano come molte giovani donne, se non si curano, rischiano effetti a lungo termine delle malattie sessuali, come sterilità  o cancro alla cervice uterina". I dati provengono da uno studio nazionale del 2003-2004 condotto su 838 ragazze. Sottoposte a uno striscio vaginale, il 26% ha rivelato di avere un´infezione, spesso senza che l´adolescente ne fosse consapevole.

L´infezione più frequente riscontrata è il papillomavirus (18%), che causa verruche genitali e cancro al collo dell´utero; quindi la clamidia (4%), che si può diffondere all´utero o alle tube di Falloppio danneggiando gli organi riproduttivi e provocando sterilità ; la tricomoniasi (3%), causata da un parassita che procura dolori e fastidio agli organi genitali; infine l´herpes simplex di tipo 2 (2%), l´herpes genitale più comune.

Tra le ragazze infettate, il 15% aveva contratto più di una malattia e il 40% riferiva di non aver mai avuto rapporti sessuali.

Lo studio non ha considerato infezioni sessuali come l´Hiv, la sifilide o la gonorrea, più rare in ragazze di questa età . Fonte staibene.it

Pagina 343 di 350

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

Mercoledì ore 11,55

Marco Rossi su Radio Deejay

Venerdi ore 19,30

in DeeSera

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

A Milano presso il Nyx Hotel Milano  martedì 16 ottobre alle 19 si terrà una conferenza esclusiva organizzata da La Chiave di Gaia in collaborazione con il Dottor Marco Rossi sessuologo e psichiatra e la fondatrice e sensual trainer Gaia.

Parleremo di Sessualità 3.0 : cambiamenti e nuove tendenze all’epoca del 3.0 nella donna , nella coppia e non solo.

Come la tecnologia ha cambiato il sesso e la sessualità?

Tecnologia e cambiamenti sociali sono un bene o un male per la sessualità?

La serata è esclusiva con posti limitati e solo su prenotazione!

Sarà a disposizione anche un aperitivo

Per info contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top