newslogo

Olio di oliva contro deficit erettile

Contro la disfunzione erettile esistono rimedi naturali che potrebbero rivelarsi più efficaci dei farmaci, come i più famosi Viagra e Cialis. Secondo gli scienziati dell'università di Atene, basterebbe una dosa settimanale di olio d'oliva a migliore le prestazioni sessuali in camera da letto: ne basterebbero appena 9 cucchiai per ridurre il pericolo di impotenza del 40%.

Lo studio, presentato al Congresso dell'European Society of Cardiology (Esc) a Monaco di Baviera, è stato condotto su 660 uomini con un'età media di 67 anni e ha rilevato che coloro che adottano una dieta mediterranea - ricca di frutta e verdura, legumi, pesce - hanno meno problemi a letto e vedono persino migliorare le loro performance. L'olio d'oliva, 're' dell'alimentazione sana, può aiutare a migliorare la circolazione e ad aumentare drasticamente i livelli di testosterone, riducendo il rischio di disfunzione erettile.

fonte Libero

Certo aiutano l'attività fisica e una dieta equilibrata a fare scintille a letto, come sostiene la ricercatrice Christina Chrysohoosu: "Se seguono una dieta mediterranea, in particolare consumando molto olio d'oliva - ha precisato - possono ridurre il loro rischio di impotenza fino al 40%". Piccoli cambiamenti nello stile di vita potrebbero dunque rivelarsi più vantaggiosi rispetto all'uso di medicinali, specie per coloro che cercano una soluzione a lungo termine. E soprattutto vuole azzerare il rischio di effetti collaterali dei farmaci, che includono mal di testa, mal di schiena e disturbi visivi.

Addio screening con Pap Test, ora per tutte viene prima il Test HPV

 

Già a regime in sei regioni del Centro Nord, poi in tutta Italia

In sei regioni del Centro Nord il nuovo Test Hpv ha già sostituito il Pap test come primo screening per individuare, nelle donne, il virus del Papilloma Virus Humano, principale responsabile del tumore al collo dell'utero. E la novità dovrebbe andare a regime in tutta Italia entro il 2020. Il ben noto Pap Test, invece, utilizzato a questo scopo da circa 70 anni, resta consigliato in seconda battuta, per approfondire eventuali casi di positività.

Secondo il Piano Nazionale Prevenzione 2014-18 del Ministero della Salute, entro il 2018 tutte le regioni avrebbero dovuto prevedere il Test Hpv come screening primario per donne tra 30 e 64 anni. Ma, secondo i dati dell'Osservatorio Nazionale Screening (ONS) aggiornati a fine 2017, le regioni al passo con le previsioni sono solo Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria e Basilicata. Nelle altre si sta procedendo, più o meno velocemente, all'implementazione. Devono invece ancora partire Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia, Sardegna e Bolzano.

Il 'tradizionale' Pap Test resta l'esame da fare qualora si riscontri una positività al Test Hpv. In Italia, spiega Basilio Passamonti, presidente del Gruppo Italiano Screening del Cervicocarcinoma (Gisci), "i due test integrati rappresentano il massimo di garanzia possibile per la prevenzione: l'HPV-Test, che è più sensibile, individua le donne con infezione in corso (che può anche risolversi da sola), mentre il Pap test, che è più specifico, va fatto in uno step successivo per individuare l'eventuale lesione dovuta alla modificazione cellulare causata dal virus". A confermare la validità dell'approccio è una nuova revisione di letteratura scientifica appena pubblicata sul Journal of American Medical Association fonte ANSA

Proposta indecente

Quanto conta il denaro in una coppia? Quanti resisterebbero a non cedere al fascino dei soldi e come potrebbero fare? È proprio vero che l’amore non ha prezzo? 

Nel film «Proposta indecente» (nella foto) del 1993 il miliardario John Gage (Robert Redford) non riesce nell’intento di avere per una notte Diana Murphy (Demi Moore), che si è messa d’accordo con il marito David (Woody Harrelson) per risolvere il loro disastro finanziario. Una notte d’amore per un milione di dollari. Sin qui la fantasia della sceneggiatrice Amy Holden Jones. E nella realtà? Quanto può resistere l’amore vero alla tentazione di una somma altissima di denaro? Quanti resisterebbero e perché? È proprio vero che l’amore non ha prezzo? Quanti acconsentirebbero, come David nel film, a concedere la propria compagna in cambio di un milione? E se uno sceicco mettesse gli occhi su vostra moglie e non offrisse in cambio i soliti dieci cammelli, ma dieci milioni di dollari? Accettereste?

Per questo abbiamo interpellato Marco Rossi, psicologo e sessuologo, l’esperto della fortunata trasmissione televisiva «Loveline» di MTV, a cui abbiamo rivolto qualche domanda.

Quanto incide il denaro nella seduzione?

«Il denaro è un ottimo veicolo seduttivo perché è utilizzato come simbolo di potere e di virilità: attira le donne al pari di come le donne attirano gli uomini per la loro bellezza».

Quante coppie accetterebbero la situazione del film «Proposta indecente», per sistemarsi economicamente?

«Partirei con un detto cinese: “Il denaro può comprare una casa ma non un focolare. Può comprare un letto ma non il sonno. Può comprare un orologio ma non il tempo. Può comprare un libro ma non la conoscenza e la saggezza. Può comprare una posizione ma non il rispetto. Può pagare il dottore ma non la salute. Può comprare il sesso ma non l’amore”. Il denaro può essere utile all’interno di una coppia, ma tutto dipende dalle motivazioni per cui una coppia sta insieme. E poi – diciamolo – dipende poi dal prezzo che il compratore è disposto a pagare: un milione non cambia la vita, ma con dieci milioni la cosa è diversa».

LEGGI ANCHE

Hai mai chiesto a tuo marito quanto guadagna?

Il denaro in una coppia può incidere sui sentimenti?

«Sì, statisticamente nella coppia dove la donna guadagna di più, più facilmente l’uomo va in crisi. Le persone che fanno tanto sesso (quattro o cinque volte la settimana) sono anche mediamente quelle che guadagnano un 5% in più rispetto a quelle che fanno meno sesso. I ricchi dicono che il loro sesso è molto soddisfacente, comunque più dei meno ricchi».

Cosa pensa del detto «due cuori e una capanna»?

«È bello per i primi due mesi, ma non si può vivere solo di amore».

 La posizione economica o di potere può fare superare grandi differenze di età nella seduzione?

«Può unire dove altri parametri non uniscono. Può compensare differenze di età o di estetica. È un sistema di compensazione. Una ventenne con il cinquantenne ci può ancora stare se lui è piacente e ha un cospicuo portafoglio in tasca»

In quale misura una differenza di status sociale incide sulla seduzione e sulla relazione?

«Chiaramente il potere dello status sociale ha sempre un valore nel gioco seduttivo. Un uomo lo usa come simbolo per sedurre. Chi più ha è sempre quello che domina».

 

Fonte fanityfair.it

Pagina 5 di 340

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

mercoledi ore 11,55

Marco Rossi su Radio M2O

IMG 0307

Venerdi ore 9,15

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

Giovedì 13 Aprile, il Dott. Rossi parteciperà all'inaugurazione della mostra DRAWJOB L’eros spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici, 2 esperti e 1 film, presso Spazio Tapirulan
Corso XX Settembre 22, Cremona

info a questo LINK 

------------------------

Martedì 9 Maggio,  presso l’elegantissimo Chervò Golf Hotel spa & resort San Vigilio in località Pozzolengo  (a 5  min dall’uscita autostrada di Sirmione , BS), il Dott. Rossi terrà un incontro, con apericena, dal titolo EROS SENZA TABU' UN PERCORSO VERSO IL PIACERE. L'incontro, realizzato in collaborazione con La Chiave di Gaiasi pone come obiettivo quello di stimolare, interagire, incuriosire, informare ed arricchire la conoscenza verso l’argomento Eros senza Tabù . Per info e iscrizioni seguite questo link

 

 

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top