newslogo

Abbracciarsi per curare lo stress

Abbracciarsi combatte lo stress

Un gesto comune che ha il potere di rendere più sicuri, aumentare l'autostima e aiutare la coppia! Ecco perché

07:00 - Sono tanti gli studi che hanno analizzato i benefici di un'azione positiva come l'abbracciarsi per la salute dell'organismo: durante un abbraccio aumenta il livello di ossitocina, la pressione arteriosa diminuisce con effetti immediati sulla frequenza cardiaca, i livelli di cortisolo si abbassano e lo stress migliora. In più dalle indagini emerge anche un ruolo sociale di questo semplice gesto in grado di influenzare la relazione con noi stessi e gli altri e attivare un livello di empatia capace di andare al di là delle parole.


ADDIO STRESS – Da una recente indagine dell'università La Sapienza di Roma in collaborazione con l'Associazione italiana contro lo stress le problematiche legate a ansia e stress in Italia colpiscono sette persone su dieci. Correre ai ripari è possibile. Migliorare la qualità della propria vita è importante, a partire dalla relazione con il proprio corpo. E con gli altri? Ritrova il contatto fisico

IL CONTATTO – I contatti con gli altri perdono sempre più di frequente fisicità: siamo ormai disabituati a toccare gli altri. L'abbraccio invece è un atto che va al di là delle parole e raggiunge una sfera di intimità connessa alle emozioni profonde, dona calore, rassicura, accoglie l'altro sia in amore sia nel rapporto di amicizia. Lo studio ha però dimostrato che un terzo dei soggetti coinvolti non si abbraccia quotidianamente.  

GLI EFFETTI – Quando abbracciamo qualcuno i livelli di cortisolo si abbassano e l'organismo produce ossitocina, con effetti positivi per la salutecardiocircolatoria. Attraverso il nervo vago, cervello e pelle entrano in collegamento, migliora la risposta immunitaria e si abbassa il rischio di infezioni. 

CORPO E MENTE – Abbracciare aiuta a sostenere un dolore e permette di comunicare le emozioni riequilibrando il sistema nervoso. Nell'organismo viene liberata dopamina che contribuisce al buon umore. La sincronizzazione dei due emisferi celebrali porta a una situazione di calma e ricettività rispetto all'altro, con cui ci sentiamo in sintonia. 

COME ABBRACCI? – Un abbraccio totale, in cui le pance si sfiorano e tutto il corpo è coinvolto nell'azione, è in grado di sollecitare il sistema nervoso riducendo ansia e paura, interrompe la tensione e abbassa il senso di solitudine, aumentando l'autostima

CAREZZA PER IL CUORE – L'abbraccio può diventare una vera e propria terapia, come dimostrato dagli esperimenti scientifici. Un'indagine effettuata a Los Angeles ha evidenziato che l'atto di abbracciarsi rafforza il sistema immunitario e può risultare efficace per dare sollievo alle situazioni di panico

ABBRACCIO CHE GUARISCE – Il contatto fisico è fondamentale fin dai primi istanti dopo la nascita. Secondo numerosi studi le dimostrazioni d'affetto aiutano a crescere più sicuri di sé sviluppando la capacità di gestire meglio la tensione durante l'età adulta. fonte tg com

 

Coppia passione IKIGAI

Come riaccendere il piacere col metodo Ikigai

L'ikigai è il metodo giapponese che consente di ritrovare la passione perduta e riscoprirsi felici in due

24 aprile 2019 -

Si chiama ikigai il metodo giapponese che consente di riaccendere la passione e ritrovare lʼintimità di coppia quando il rapporto è ormai spento.

Si tratta di una vera e propria filosofia di vita che può cambiare il modo di vivere il sesso e la vita a due. Il termine giapponese “ikigai” è costituito da quattro caratteri che indicano: “vita”, “ciò che vale la pena”, “priorità” e infine “bellezza”. Si tratta di valori ed elementi che dovremmo considerare per vivere unʼesistenza che sia piena e felice.

Per scoprire il nostro ikigai dobbiamo prendere in considerazione alcuni elementi e scoprire: ciò che amiamo fare, quali sono i nostri punti di forza, quello di cui ha bisogno il mondo e quello per cui potremmo essere pagati. Se riusciamo a rispondere in modo sincero e schietto a queste domande riusciremo a trovare la nostra ragione dʼessere, ossia lʼikigai, raggiungendo un profondo senso di appagamento interiore.

Come fa lʼikigai ad influire nella sessualità? Una volta che abbiamo raggiunta la consapevolezza sentiamo di possedere molto più energia e siamo pronti a donarci allʼaltro senza più schemi prefissati o limiti. Gli esperti del metodo giapponese invitano dunque a vivere ogni rapporto sessuale come se fosse il primo, ad assaporare ogni gesto e ogni istante, prendendo consapevolezza di ciò che sta accadendo.

Questo significa concentrarsi sulle mani del partner che scorrono sul corpo e le sensazioni che questo scatena, ma anche assaporare i suoibaci, perdersi nel suo sguardo, ritrovando quellʼintesa e quellʼintensità

page1image1591376page1image1630064page1image1590544page1image1590960

che con il tempo spesso si perde.

Non solo: lʼikigai ci spinge ad entrare in contatto con i nostri desideri più reconditi e a comprendere cosa desideriamo davvero dalla nostra vita. Per questo invita a mettere da parte remissività e condiscendenza, abbandonandosi sotto le lenzuola al piacere, qualcosa da scoprire senza paura, donandosi con grande senso di libertà al proprio partner.

 

fonte Di Lei

malattie reumatiche, gotta, e disfunzione erettile

La malattia reumatica che causa

problemi sotto le lenzuola

Un nuovo studio punta il dito contro la gotta, che sarebbe strettamente legata alla disfunzione erettile

23 aprile 2019 -

Ci sarebbe (anche) una malattia reumatica fra le cause dei problemi sotto le lenzuola. Alcuni scienziati infatti hanno stabilito un collegamento fra la gotta e la disfunzione erettile.

Secondo gli esperti i pazienti che soffrono di questa patologia hanno un maggior rischio di soffrire di disfunzione erettile, un problema che mette a rischio la vita sessuale e intima. Il legame è stato svelato in un lungo articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista Journal of Rheumatology.

La gotta è una malattia poco conosciuta, ma molto diffusa. Fra sui sintomi cʼè dolore acuto, gonfiore alle articolazioni e arrossamento che spesso risultano molto debilitanti. Le cause di questa patologia sono lʼeccesso di acido urico nel sangue, una tossina che viene prodotta grazie al metabolismo delle proteine.

Per gli studiosi sarebbe proprio lʼiperuricemia a causare lʼinfiammazione che provoca la disfunzione erettile. Già in passato anche studi avevano puntato il dito contro la gotta, svelando lʼesistenza di un possibile legame con lʼincapacità di ottenere o mantenere lʼerezione.

Riprendendo anche i dati raccolti in passato, gli scienziati della Rutgers University, nel New Jersey (Stati Uniti) hanno elaborato le informazioni raccolte dal The Health Improvement Network (Thin) riguardo 11 milioni dipazienti nel Regno Unito. I dati, che svelano anche le caratteristiche fisiche dei volontari, la pressione arteriosa, le abitudini e i farmaci usati, hanno consentito di trovare un collegamento fra la disfunzione erettile e la gotta.

page1image1598864page1image1599072page1image1599280

Durante il follow-up durato 5 anni, gli scienziati hanno individuato 2.290 diagnosi di disfunzione erettile, la maggior parte dei quali soffriva di gotta. “I pazienti sono spesso reticenti nel manifestare problemi di natura sessuale al medico. Sarebbe quindi opportuno che chi soffre di gotta – hanno spiegato i ricercatori – fosse sottoposto a screening per la disfunzione erettile, in quanto questʼultima potrebbe essere a sua volta spia, come noto, di problemi cardiovascolari più gravi, come la cardiopatia”.

fonte DiLei

Pagina 2 di 359

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

Mercoledì ore 10,55

Marco Rossi su Radio Deejay

Lunedì ore 23,30

in DeeSera

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

Martedì 9 Aprile alle ore 18,30 presso il Castello di Padernello si terrà una "Aperitivo Afrodisiaco" dove il Dottor Marco Rossi sessuologo e psichiatra vi accompagnerà in una serata stuzzicante e accattivante indagando il rapporto nuovo e antico tra eros e cibo.

Per info cliccare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per iscrizioni Castello di Padernello

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top