newslogo

Scappatella estiva? Ecco come gestire il senso di colpa

Eʼ successo, ma adesso occorre tenere a bada il senso di colpa: ecco qualche suggerimento per alleggerire la coscienza

31 agosto 201805:00

Tradimento: abbiamo sempre pensato che succedesse alle altre, che noi fossimo diverse, che mai avremmo fatto quel che non vorremmo mai fosse fatto a noi. E invece no: complice la vacanza, la lontananzadal nostro lui, un po' (troppa) spensieratezza e il danno è fatto. Ma possiamo provare a perdonarci: in fondo errare è umano! Ecco un piccolo vademecum per evitare di soccombere sotto il peso del senso di colpa.

Può capitare, di scappatella non è mai morto nessuno. Si chiamatradimento occasionale, quello che non ha strascichi, nemmeno il numero di telefono (guai a tenere tracce dei messaggi su Whatsapp!), che ci gratifica perché è stato bello, ma per cui mai e poi mai metteremmo indiscussione il nostro rapporto. Il senso di colpa, però, non svanisce come neve al sole e il peso della coscienza sporca si fa sentire: qui qualche suggerimento per gestirlo al meglio.

Chiediti perché: è la domanda del secolo, ma del resto effettivamente come non chiederselo? Tanto per cominciare, non è che prima di tradire facciamo troppi ragionamenti: la cosa succede e basta. Che fosse perché avevamo voglia di trasgressione, perché sentivamo la necessità di conferme oppure semplicemente perché quel tipo ci piaceva, il tradimento c'è stato. Amen. Tuttavia, forse forse, a ben vedere qualcosa nella nostra coppia non funziona come dovrebbe: il nostro lui ci trascura, oppure non è generoso tra le lenzuola, oppure ultimamente ci dà un po' troppo per scontate.

Meglio fare chiarezza in noi stesse, perché potrebbe esserci un campanellino d'allarme. Attenzione!

Verità a tutti i costi? essere sincere è fondamentale, anche se a volte il silenzio è da preferire. Lavarci la coscienza confessando i nostri peccati può non essere affatto una buona idea. Rivelare il tradimento renderà più leggero il fardello, ma ovviamente farà soffrire lui. A volte è meglio una mezza verità: raccontiamo quello che di bello ci è successo e sorvoliamo sui particolari che non arricchirebbero di certo il nostro rapporto. Il tempo è una medicina fantastica, tra qualche anno non ci ricorderemo nemmeno più cosa è successo. Tutto scorre, per fortuna.

Abbasso la perfezione: il tradimento ci ha fatto capire quanto possiamo essere imperfette. Un buon motivo per ricordare a noi stesse, prima che agli altri, che sbagliare capita a tutti. Saper perdonare è una virtù straordinaria: usiamola per noi e ricordiamoci di usarla anche e soprattutto con il nostro partner. Prima di metterci su un piedistallo, facciamoci un serio esame di coscienza. Il tradimento può servire a renderci più comprensive e più indulgenti: grandissimi pregi nella vita a due.

Il bicchiere mezzo pieno: ormai è andata, il tradimento si è consumato, quindi non ci resta che capire se questa esperienza ci può tornare utile. Una scappatella occasionale, ad esempio, può darci la scossa per uscire dalla trappola della routine e ricordarci che il nostro lui è quello con cui vogliamo stare e starci bene. A volte il tradimento serve a mettere un po' di pepe tra le lenzuola: la fantasia e le armi di seduzione non ci mancano di sicuro. Sì dunque a massaggi e coccole per un incontro col nostro partner ad alto tasso di passione.

FONTE TGCOM

Impotenza

Impotenza sessuale

La parola “amore” non si applica che alle manifestazioni sessuali umane, nelle quali la funzione sessuale ha acquistato una importanza ed una finalità che sorpassano la semplice propagazione della specie. Da questo fatto ha origine quella che ormai si chiama ed impone come “questione sessuale”.
I.Bloch, 1906

Finalmente possiamo dichiararci impotenti senza vergogna, dopo avere tentato di nascondere la nostra vera condizione alimentando il mito del supermaschio, dopo avere tenuto nascosto il nostro segreto a moglie, amanti, parenti e amici, dopo avere silenziosamente sofferto per l’impietosa diagnosi di qualche medico incauto che chiamava impotenza la nostra mancanza di erezione, possiamo spogliarci delle vesti del seduttore, sperimentare il gusto della verità e definirci insicuri, incerti, inesperti e soprattutto impotenti ! Forse perché abbiamo a nostra disposizione la pillola che, a quanto si dice fa recuperare, forse perché siamo stanchi di vantarci delle nostre incredibili prestazioni, forse perché l’impotenza è la scelta culturale e transculturale dell’uomo del 2000.

Leggi tutto: Impotenza

Scappatella estiva? Ecco come gestire il tradimento

Eʼ successo, ma adesso occorre tenere a bada il senso di colpa: ecco qualche suggerimento per alleggerire la coscienza

31 agosto 201805:00

Tradimento: abbiamo sempre pensato che succedesse alle altre, che noi fossimo diverse, che mai avremmo fatto quel che non vorremmo mai fosse fatto a noi. E invece no: complice la vacanza, la lontananzadal nostro lui, un po' (troppa) spensieratezza e il danno è fatto. Ma possiamo provare a perdonarci: in fondo errare è umano! Ecco un piccolo vademecum per evitare di soccombere sotto il peso del senso di colpa.

Può capitare, di scappatella non è mai morto nessuno. Si chiamatradimento occasionale, quello che non ha strascichi, nemmeno il numero di telefono (guai a tenere tracce dei messaggi su Whatsapp!), che ci gratifica perché è stato bello, ma per cui mai e poi mai metteremmo indiscussione il nostro rapporto. Il senso di colpa, però, non svanisce come neve al sole e il peso della coscienza sporca si fa sentire: qui qualche suggerimento per gestirlo al meglio.

Chiediti perché: è la domanda del secolo, ma del resto effettivamente come non chiederselo? Tanto per cominciare, non è che prima di tradire facciamo troppi ragionamenti: la cosa succede e basta. Che fosse perché avevamo voglia di trasgressione, perché sentivamo la necessità di conferme oppure semplicemente perché quel tipo ci piaceva, il tradimento c'è stato. Amen. Tuttavia, forse forse, a ben vedere qualcosa nella nostra coppia non funziona come dovrebbe: il nostro lui ci trascura, oppure non è generoso tra le lenzuola, oppure ultimamente ci dà un po' troppo per scontate.

Meglio fare chiarezza in noi stesse, perché potrebbe esserci un campanellino d'allarme. Attenzione!

Verità a tutti i costi? essere sincere è fondamentale, anche se a volte il silenzio è da preferire. Lavarci la coscienza confessando i nostri peccati può non essere affatto una buona idea. Rivelare il tradimento renderà più leggero il fardello, ma ovviamente farà soffrire lui. A volte è meglio una mezza verità: raccontiamo quello che di bello ci è successo e sorvoliamo sui particolari che non arricchirebbero di certo il nostro rapporto. Il tempo è una medicina fantastica, tra qualche anno non ci ricorderemo nemmeno più cosa è successo. Tutto scorre, per fortuna.

Abbasso la perfezione: il tradimento ci ha fatto capire quanto possiamo essere imperfette. Un buon motivo per ricordare a noi stesse, prima che agli altri, che sbagliare capita a tutti. Saper perdonare è una virtù straordinaria: usiamola per noi e ricordiamoci di usarla anche e soprattutto con il nostro partner. Prima di metterci su un piedistallo, facciamoci un serio esame di coscienza. Il tradimento può servire a renderci più comprensive e più indulgenti: grandissimi pregi nella vita a due.

Il bicchiere mezzo pieno: ormai è andata, il tradimento si è consumato, quindi non ci resta che capire se questa esperienza ci può tornare utile. Una scappatella occasionale, ad esempio, può darci la scossa per uscire dalla trappola della routine e ricordarci che il nostro lui è quello con cui vogliamo stare e starci bene. A volte il tradimento serve a mettere un po' di pepe tra le lenzuola: la fantasia e le armi di seduzione non ci mancano di sicuro. Sì dunque a massaggi e coccole per un incontro col nostro partner ad alto tasso di passione.

FONTE TGCOM

Pagina 4 di 340

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

mercoledi ore 11,55

Marco Rossi su Radio M2O

IMG 0307

Venerdi ore 9,15

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

Giovedì 13 Aprile, il Dott. Rossi parteciperà all'inaugurazione della mostra DRAWJOB L’eros spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici, 2 esperti e 1 film, presso Spazio Tapirulan
Corso XX Settembre 22, Cremona

info a questo LINK 

------------------------

Martedì 9 Maggio,  presso l’elegantissimo Chervò Golf Hotel spa & resort San Vigilio in località Pozzolengo  (a 5  min dall’uscita autostrada di Sirmione , BS), il Dott. Rossi terrà un incontro, con apericena, dal titolo EROS SENZA TABU' UN PERCORSO VERSO IL PIACERE. L'incontro, realizzato in collaborazione con La Chiave di Gaiasi pone come obiettivo quello di stimolare, interagire, incuriosire, informare ed arricchire la conoscenza verso l’argomento Eros senza Tabù . Per info e iscrizioni seguite questo link

 

 

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top