newslogo

Coppia estate e sesso

SESSO D'ESTATE 4 CONSIGLI PER L'USO

Il caldo e le giornate più lunghe favoriscono la libido. Ma meglio non esagerare nelle ore più calde.

D’estate la temperatura non è la sola a salire, anche la libido raggiunge i suoi picchi. Ma occhio a non esagerare.

Estate, tra sole, afa di città e aria di mare arrivano le vacanze, cala lo stress, ci si riposa e si fa più sesso Se una parte di noi va in vacanza e si lascia rapire dal dolce far nulla, l’altra, infatti, viene ravvivata dai sensi, ora più eccitati ed euforici che mai. Avete inteso bene: d’estate la temperatura non è la sola a salire, anche la libido raggiunge i suoi picchi. Perché? Innanzituitto perché il sole stimola la sessualità. La luce solare riattiva e stimola i centri ipotalamici. Nello specifico agisce sulla ghiandola pineale, sollecitando la produzione di serotonina, nota per i suoi effetti antidepressivi: l’umore migliora e anche il desiderio di stare in contatto con gli altri.
IL SOLE STIMOLA IL TESTOSTERONE
Ma non finisce qui. Secondo studi recenti, la luce solare sarebbe un toccasana anche per il testosterone, dal momento che ne favorirebbe la produzione nel corpo.

Le giornate si allungano, l’energia aumenta. Se da un lato il caldo impigrisce e determina, in un primo impatto, un calo di forze, dall’altro le giornate più lunghe limitano la produzione di melatonina, l’ormone del sonno. Il risultato? Ci si sente più carichi di energia e il sesso è tra i primi canali scelti per scaricarla con piacere.
IL SUDORE VEICOLA I FEROMONI
Anche il sudore piace. D’estate si suda di più, ma si apprezzano anche di più gli odori. Con il caldo la temperatura della pelle si alza, aumenta la vasodilatazione periferica e vengono emanati nell’aria i ferormoni, sostanze chimiche prodotte dal corpo, sensibili all’olfatto e di forte richiamo sessuale. Occhio al sudore, allora, ma senza abusare di creme, deodoranti e salviettine: d’estate al “naturale” si è davvero più attraenti.
PIÚ VEDO, PIÚ MI ECCITO
Ci si scopre di più. Vestiti attillati, corpi seminudi, muscoli e curve ben in vista. Persino qualche difetto fisico può essere eccitante. La mente fantastica, aiutata dagli occhi che ora possono guardare più a fondo e nel dettaglio rispetto al resto dell’anno. Il primo a rispondere agli stimoli visivi è il sistema nervoso parasimpatico che attiva nelle zone erogene i recettori, concentrati nel glande e nel clitoride.
LARGO AGLI AFRODISIACI A TAVOLA
È la stagione degli afrodisiaci. Che ci crediate oppure no, mangiare del buon cibo fa bene anche al sesso. E quando non occorre ricercare in lungo e in largo per assaporare piatti afrodisiaci, perché non tentare ed abbandonarsi alla tentazione del gusto? Da prediligere i frutti di mare e lo champagne. I primi richiamano i genitali femminili e attivano la produzione di ormoni ipofisari nelle gonadi; lo champagne invece stimola la fantasia ed invita al relax. Non a caso la sua spuma ricorda quella del mare da cui è nata Venere ed è ottima per la digestione.
4 CONSIGLI PER L’USO
Il caldo stimola il desiderio ma è bene seguire qualche consiglio tecnico per vivere la propria sessualità al meglio.

1- Se volete sperimentare nuove posizioni, scegliete i momenti della giornata più freschi. In alternativa coinvolgete il partner in una doccia sexy.

2-    Si al bagno e alla doccia per rinfrescarvi, no all’acqua troppo fredda: abbassa temporaneamente la temperatura corporea, ma poi fa avvertire ancora più caldo.

3-   20-22 gradi è la temperatura ideale per il sesso: a questi gradi si raggiunge la vasodilatazione ideale per l’erotismo.

4-  Fatelo in libertà ma andateci piano. Non improvvisatevi maratoneti, fate sesso con calma, evitate sforzi fisici eccessivi. L’ «Antò fa caldo», sessualmente inteso, è un buon post-it. fonte style.it

Sesso e sport per lui

FAI SPORT E GODI

di Lucrezia Holly Paci

Danza, ciclismo per lei. Tennis e yoga per lui. Le attività che aiutano a raggiungere il piacere.

Ci sono attività sportive che favoriscono il sesso. Come il basket per lei e lo yoga per lui.

L’attività fisica fa bene alla salute, ma anche al sesso. In particolare ci sono alcune attività sportive che lo favoriscono. Quali? Eccole.
DANZA, CICLISMO, BASKET E PILATES PER LEI
Per le donne danza, ciclismo e aerobica: favoriscono la lubrificazione e aumentano il livello della dopamina, responsabile del desiderio sessuale.
Il basket, invece, contribuisce al libero afflusso del sangue al clitoride, migliorando la funzione sessuale femminile. A dirlo è una ricerca pubblicata sul The Journal of Sexual Medicine, a seguito di un’indagine condotta sull’attività sessuale  prima-durante-dopo lo sport  di giocatrici di età compresa tra i 25 e i 40 anni.
Mentre il pilates aiuta a rafforzare la muscolatura pelvica e facilita – per chi ha difficoltà – il raggiungimento dell’orgasmo.
TENNIS, PALLAVOLO E YOGA PER LUI
Lui, invece, dovrebbe puntare sulle attività all’aria aperta, che stimolano il coordinamento fisico e regolarizzano la circolazione sanguigna.
In particolare il tennis se praticato all’aria aperta, stimola la produzione di vitamina D, che ha un ruolo chiave nella produzione di testosterone. Inoltre migliora il coordinamento fisico, che è una buona leva per aumentare la libido.
Mentre la pallavolo rinforza gambe, polpacci e glutei… e non solo! Insieme al tennis ed altri sport praticabili all’aria aperta (come la classica corsa al parco), ha un ruolo chiave nella cura della disfunzione erettile. Il risultato è emerso dalle ultime ricerche della Società Italiana di Andrologia. L’esercizio fisico combatte la formazione di placche lipidiche a livello delle arterie, garantendo una buona irrorazione dell’organo genitale.
Anche lo yoga aiuta a migliorare le performance di lui sotto le lenzuola. Adatto in particolare per gli uomini che soffrono d’ansia da prestazione, ma anche per coloro che desiderano migliorare la sintonia della vita di coppia. Aiuta a rilassarsi, a raggiungere un buon equilibrio psicofisico e favorisce la regolarizzazione del ritmo respiratorio, abbassando notevolmente il livello di stress mentale e fisico come emerso da uno studio condotto dalla Layola University HealthSystem. fonte style.it

Coppia e disfunzioni sessuali

Per la maggior parte delle persone, una vita sessuale soddisfacente è un ingrediente importante per condurre un sano stile di vita.

I problemi sessuali nelle coppie tuttavia sono tutt’altro che infrequenti e possono essere dovuti sia a problemi di salute dei due partners, sia a vari fattori psicosociali che hanno influenza nella relazione di coppia.

La disfunzione erettile (DE) viene in genere considerata un elemento che peggiora la qualità della vita, sia dell’uomo, sia della sua partner. Oggi il disturbo è efficacemente curabile, ma talvolta ristabilire la funzione erettile non significa necessariamente ristabilire una soddisfacente relazione sessuale nella coppia.

Questo perché è sbagliato considerare la DE come un problema solamente maschile: si tratta di un problema della coppia, che va necessariamente risolto insieme. La donna infatti può, direttamente o indirettamente, migliorare gli effetti della terapia della DE, così come causare l’interruzione dei trattamenti. Molte possono essere le ragioni di tutto ciò, una delle quali è che la donna stessa abbia una qualche disfunzione sessuale e che dunque non desideri, consciamente o inconsciamente, la soluzione del problema della DE del suo partner.

Nell’affrontare la DE vanno sempre tenuti presenti i vari fattori, di ordine biologico, psicologico e relazionale, non escludendo dunque gli eventuali disturbi, organici e psicologici, delle partners. Ecco perché il trattamento ottimale della DE è sempre un trattamento di coppia, la quale deve sottoporsi a valutazione e cura nello stesso contesto terapeutico.

Diversi studi hanno stimato che il 18-76% delle donne adulte soffrono di disfunzioni sessuali e che molte di queste non sono mai state sottoposte a valutazione medica.

Per fare un esempio, in uno studio del 2005 sono stati studiati i casi di 113 donne, partners di uomini con DE, con questi risultati:  51 (il 45%) hanno dichiarato di non avere disturbi sessuali.

Le restanti 62 invece (55%) hanno riferito di soffrire di almeno un tipo di disfunzione sessuale e 40 di loro (64%) hanno riferito di soffrire di più di una disfunzione.

La durata media della disfunzione sessuale di queste partners è stata calcolata in 3,5 anni (range da 8 mesi a 10 anni). In tutto, 39 donne (63%) hanno riferito di avere problemi nell’orgasmo, 35 (56%), nella diminuzione del desiderio sessuale, 23 (37%), nell’eccitazione sessuale, 19 (31%), di dispareunia, e 3 (5%) vaginismo.

Ecco perché non ha senso curare la DE se la partner con la quale l’uomo desidera avere una relazione sessuale non è coinvolta nel trattamento, specie se è a sua volta portatrice di difficoltà in ambito sessuale.

fonte sesso e amore

Pagina 321 di 344

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

Mercoledì ore 11,55

Marco Rossi su Radio Deejay

Venerdi ore 19,30

in DeeSera

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

A Milano presso il Nyx Hotel Milano  martedì 16 ottobre alle 19 si terrà una conferenza esclusiva organizzata da La Chiave di Gaia in collaborazione con il Dottor Marco Rossi sessuologo e psichiatra e la fondatrice e sensual trainer Gaia.

Parleremo di Sessualità 3.0 : cambiamenti e nuove tendenze all’epoca del 3.0 nella donna , nella coppia e non solo.

Come la tecnologia ha cambiato il sesso e la sessualità?

Tecnologia e cambiamenti sociali sono un bene o un male per la sessualità?

La serata è esclusiva con posti limitati e solo su prenotazione!

Sarà a disposizione anche un aperitivo

Per info contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top