newslogo

Sesso e piacere

Il piacere sessuale è un'emozione, ma per arrivarci esiste una base fisica, tecnica e corporea. Affinché il piacere sia semplice e naturale, occorre conoscere bene il proprio corpo e il suo funzionamento, per sentirsi rassicurata, per capirlo e per farlo vibrare al meglio!
L'eccitazione
È convinzione piuttosto diffusa che l'eccitazione sia una sorta di risposta automatica a una stimolazione, in particolare dei genitali. Infatti, spesso capita che una persona non si senta "normale" se a una stimolazione genitale o alla visione di un corpo nudo, o magari alla proposta osé del partner, non segue automaticamente l'eccitazione (un'erezione o una lubrificazione). Certamente abbiamo parti del corpo con più recettori (e non sono necessariamente i genitali), ma siamo noi ad attribuire qualità "erotica" a quella sensazione (non sempre coscientemente). In altre parole, vi è una mediazione della mente tra stimolo e risposta fisica.
L'orgasmo
Si manifesta tramite una sensazione di tensione molto forte che esplode brutalmente. L'orgasmo è accompagnato da contrazioni ritmiche involontarie dei muscoli della vagina e da una sensazione di piacere. Tra 3 e 12 contrazioni vaginali. Più l'eccitazione iniziale e più il piacere sono forti, più numerose saranno le contrazioni. Le prime contrazioni sono forti e ravvicinate, poi si fanno meno intense e frequenti.
Tipi di orgasmo
Il piacere sessuale dell'orgasmo è sempre vaginale perché un orgasmo, sia esso vaginale o clitorideo, si esprime sempre con contrazioni involontarie e ritmiche della vagina. Quindi ormai gli specialisti tendono a parlare di orgasmo di origine vaginale o di orgasmo di origine clotoridea. Il piacere che viene dal clitoride in generale è più esplosivo, e quello che viene dalla vagina è più diffuso e profondo. Il corpo della donna  possiede muscoli  che  ti permettono di raggiungere l'orgasmo,  quindi è importante rinforzarli con gli esercizi di Kegel: sono i muscoli del pavimento pelvico o il perineo cioè  l'insieme di muscoli e legamenti posti alla base dell'addome, tra il pube e il coccige, che forma un piano di sostegno per gli organi interni: vescica e uretra, utero e intestino.  
Rinforzare i i muscoli del perineo è utile anche a prevenire problemi di prolasso a vagina e vescica e ad aumentare la stimolazione sul pene durante il rapporto sessuale cosi da intensificare le sensazioni dell'uomo e da rendere il sesso ancora più appagante.
Le posizioni ideali per il piacere
Spesso si constata che la posizione che provoca più piacere è quella dell'amazzone: l'uomo è supino e la donna è seduta su di lui. Quindi è lei che controlla i movimenti, l'inclinazione, il ritmo, la profondità… E puo' scegliere quello che le dà più piacere. Ma attenzione perché la donna deve sentirsi a proprio agio in tale posizione, affinché tutto vada per il meglio! Infatti non è solo una questione meccanica! Certe posizioni sono eccitanti in quanto mentalmente più erotiche...
E le zone erogene?
Spesso le persone si focalizzano sui genitali come fosse l'unica origine del piacere, tagliando fuori tutto un universo di stimoli eccitanti. E' importante aumentare la conoscenza di noi stessi e del partner, senza dimenticare che nella sessualità entrano in gioco il corpo e la psiche personale, fatta di esperienze e attribuzione di significati. fonte style.it

Amore e sesso 2.0

Amore e sessualità 2.0. È questo il nome della campagna di informazione e sensibilizzazione lanciata dalla Federazione belga dei centri di planning familiare. Con l’obiettivo di fornire agli utenti, più o meno romantici, informazioni dettagliate e precise sui pro e i contro delle liaison moderne. Sviscerando senza morali i cambiamenti nei codici di seduzione e la nuova influenza dei social network nella vita privata di single e non. Affrontando al tempo stesso il tema del cyberstalking, con vademecum giuridici, consigli pratici e quiz ludici tanto quanto pedagogici.  Per ribadire l’importanza della sicurezza e della prevenzione dei rischi anche nella nuova era del sesso cibernetico. fonte west-info

Come smascherare un uomo bugiardo

SEI MOSSE SMASCHERA BUGIARDO

di Lucrezia Holly Paci

Abbandona tutte le tue convinzioni. Per non farti più prendere in giro usa l'astuzia. E lascialo parlare. 

Cena con te un giorno su sette, è sempre fuori per lavoro, rimanda appuntamenti per «questioni urgenti», guarda il cellulare più di te e, quando vi vedete, è presente «solo a metà». Qualche piccola bugia non fa male a nessuno ma quando diventano troppe non si sopportano più. Se da qualche tempo pensi che il tuo partner ti stia mentendo e ti chiedi come fare a smascherarlo, ecco sei mosse che possono aiutarti.

1. ACCANTONA LE TUE CONVINZIONI SUL LEGAME AFFETTIVO
Credi che lui non ti mentirebbe mai e che, anche se lo facesse, tu te ne accorgeresti subito. In fondo «sei l’unica che lo conosce bene».
Recenti studi hanno dimostrato che vale l’esatto contrario. Quando siamo innamorate, la nostra obiettività si riduce perché idealizziamo il rapporto con la persona amata.

2.ASCOLTA I TUOI AMICI
Un conto è che lui non piaccia a tutti i tuoi amici, un conto è che la maggior parte di loro ti riporti episodi a cui hanno assistito, che meriterebbero approfondimento. Non ignorare gli avvisi di chi è intorno a te.

3. RICORDA: NON TUTTI I BUGIARDI SONO UGUALI
La psicologa americana Dimitrius ha identificato quattro tipologie di mentitori: gli occasionali, i frequenti, gli abituali e i professionisti. Questi ultimi due sono i più difficili da smascherare, perché si trovano a loro agio nel dire menzogne e (roba da professionisti) lasciano trasparire solo ciò che vogliono.4. FAI ATTENZIONE AL LINGUAGGIO DEL CORPO
Attenzione: questa strategia è utile solo se hai davanti a te un bugiardo occasionale o frequente. Non concentrarti solo sui tuoi pensieri e osserva i suoi atteggiamenti: il respiro corto, la velocità nel parlare, il tono della voce diverso, lo sguardo sfuggente, la ricerca di un contatto eccessivo, il sorriso forzato, l’irrequietezza nei movimenti o l’improvviso nervosismo di fronte a certe domande sono tutti segnali di un possibile bugiardo.
Attenzione però: il suo atteggiamento va prima contestualizzato: se, per esempio, sta vivendo un periodo di stress è normale che sia diverso dal solito!

5. GIOCA D’ASTUZIA, IL PERFETTO MENTITORE NON DÀ SEGNALI
La psicologa Burgoon dell’Università dell’Arizona invita a stare attente a non cadere in luoghi comuni, a mantenere l’auto-controllo emotivo e a osservare la variabilità dei suoi atteggiamenti. Il perfetto mentitore non dà segnali di agitazione, parla lentamente e guarda dritto negli occhi. Proprio la sua professionalità può però smascherarlo: tende a cambiare atteggiamento in base alla reazione dell’interlocutore o a ripetere la domanda che gli è stata fatta per guadagnare tempo. Osserva bene le sue mosse e impara a giocare con più astuzia di lui.

6. LASCIALO PARLARE, SENZA INTERROMPERLO
Lo psicologo Geiselman, docente all’Ucla, consiglia di fare all’inizio domande generiche, di evitare quelle con risposta secca «si/no» e di incoraggiare il bugiardo a parlare.
Sarà più difficile per lui tenere le fila di tutto! Un trucco curioso in proposito è quello di chiedergli di raccontare la storia al contrario, a partire dalla fine: difficilmente si ricorderà. fonte letteradonna

Pagina 322 di 344

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

Mercoledì ore 11,55

Marco Rossi su Radio Deejay

Venerdi ore 19,30

in DeeSera

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

A Milano presso il Nyx Hotel Milano  martedì 16 ottobre alle 19 si terrà una conferenza esclusiva organizzata da La Chiave di Gaia in collaborazione con il Dottor Marco Rossi sessuologo e psichiatra e la fondatrice e sensual trainer Gaia.

Parleremo di Sessualità 3.0 : cambiamenti e nuove tendenze all’epoca del 3.0 nella donna , nella coppia e non solo.

Come la tecnologia ha cambiato il sesso e la sessualità?

Tecnologia e cambiamenti sociali sono un bene o un male per la sessualità?

La serata è esclusiva con posti limitati e solo su prenotazione!

Sarà a disposizione anche un aperitivo

Per info contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top