newslogo

Il punto G non esiste

Sessualità, il punto G non esiste

Uno studio italiano distrugge il mito. Niente fulcro del piacere femminile. Ma una mappa intima più vasta. Ribattezzata Cuv.

Fermi tutti. Il punto G non esiste.
La conferma di ciò che era stato ipotizzato in diverse ricerche è arrivata dagli studiosi italiani dell'università dell'Aquila e di Tor Vergata in una corposa rassegna svolta con colleghi francesi e messicani pubblicata su Nature Urology.
UN'AREA PIÙ ESTESA. Non solo hanno smentito definitivamente l'esistenza di un particolare punto del corpo femminile fulcro del piacere sessuale, ma hanno individuato un'area molto più estesa e complessa che permette il verificarsi dell'orgasmo.
STRUTTURE DINAMICHE. I ricercatori hanno disegnato quindi una sorta di mappa intima battezzata Cuv (complesso clitoro-uretro-vaginale), che include tessuti, muscoli, ghiandole e utero.
Spiegando che le aree intime femminili non sono affatto tessuti passivi, ma strutture altamente dinamiche e sensibili. Tanto che gli autori dello studio hanno stigmatizzato ginecologi e chirurghi che tagliano e cuciono senza rispetto, maltrattando questa area anatomica così sensibile.
«LA VAGINA VA RISPETTATA». «La vagina è un tessuto attivo e sessualmente importante che va rispettato», ha precisato Emmanuele A. Jannini, professore di endocrinologia e sessuologia all'università de L'Aquila a capo dello studio. Fonte 

 lettera43

Il ruolo paterno nella educazione

Gli adolescenti sono meno propensi al sesso precoce se in famiglia si parla di sessualità.

In particolare, a fare la differenza sembra siano i padri, secondo l’autore di una ricerca pubblicata sulla rivista Pediatrics, Vincent Guilamo-Ramos, professore e co-direttore del Center for Latino Adolescent and Family Health della New York University.

Mentre le scuole e gli operatori sanitari spesso si concentrano sui ragazzi, nel tentativo di cambiare il loro modo di agire, i ricercatori notano che “studio dopo studio, i giovani affermano che, quando si tratta di queste decisioni importanti, ciò che è veramente rilevante è ciò che i loro genitori pensano su questi temi”.

I ricercatori hanno esaminato 13 studi su comunicazione sessuale da parte dei padri e comportamento sessuale dei figli. Gli studi suggeriscono che la comunicazione tra padri e figli è particolarmente influente. Non è stato possibile, per i ricercatori, esprimere questo effetto in termini statistici, date le caratteristiche delle ricerche esaminate, sebbene sia apparsa abbastanza chiaramente l’importanza del ruolo paterno nella gestione della sessualità precoce.

“E’ fondamentale che i genitori comunichino i loro valori e forniscano orientamenti ai loro figli su come tenersi al sicuro dal sesso non protetto”.

I genitori dovrebbero essere protettivi verso i figli che si avvicinano alla sessualità, senza però correre il rischio di diventare iper-protettivi, il che sarebbe invece un male. Si è visto infatti che l’accesso al sesso precoce riguarda in particolare ragazzi che hanno genitori o molto severi o molto indulgenti.

Nel complesso, i ricercatori desiderano inviare un messaggio: “I padri sono importanti: hanno un ruolo nell’educazione dei figli e devono saperlo”. fonte sesso e l’amore

Perché le donne tradiscono

Quando le donne di mezza età cercano relazioni extraconiugali, esse lo fanno perché desiderano anzitutto un rapporto ricco di passione romantica con un altro uomo (che includa naturalmente anche il sesso), ma non per questo vogliono divorziare dai loro mariti. Questo suggerisce una nuova ricerca che sarà a breve presentata al 109 ° Meeting Annuale della American Sociological Association.

“Essere felici nel matrimonio è molto diverso dall’essere felici a letto”, ha detto Eric Anderson, professore di mascolinità, sessualità, e sport presso l’Università di Winchester, in Inghilterra, e direttore scientifico presso AshleyMadison.com, un popolare sito web creato per chi sta cercando relazioni extraconiugali.

Nello studio, Anderson e i suoi co-autori si sono concentrati su 100 donne eterosessuali, sposate, di età compresa tra 35 e 45 anni, e sulle loro conversazioni con potenziali partners sul sito di incontri AshleyMadison.com, allo scopo di determinare ciò che spinge questo sottogruppo di donne all’infedeltà.

I ricercatori hanno scoperto che la grande maggioranza delle donne – il 67 per cento - cerca relazioni extraconiugali perché desiderano più passione romantica.

“Ma il dato più sorprendente è che nessuna delle 100 donne esaminate desiderava lasciare il proprio marito”, ha riferito Anderson, specificando che molte di loro hanno anche parlato del loro amore per i mariti, che dipingevano sotto una luce assolutamente positiva. Il motivo della ricerca di avventure sessuali sarebbe dovuto al fatto che esse si sentivano infelici con i propri mariti, o perché non si sentivano abbastanza amate da loro.

I risultati, dicono ancora i ricercatori, riflettono dunque il problema della monotonia sessuale, un aspetto del tutto naturale nelle relazioni monogamiche di lungo termine. La cosa più prevedibile di una relazione di coppia infatti è che, più tempo passa, più la qualità e la frequenza dei rapporti sessuali fra partners diminuisca. Questo perché “ci si abitua e ci si annoia ad amare sempre lo stesso corpo”.

Mentre la cultura popolare suggerisce che gli uomini tradiscono perché “sono eccitati” e che le donne lo fanno perché c’è qualcosa di sbagliato nell’aspetto relazionale con il partner, questa ricerca sembra dimostrare che donne e uomini sono meno diversi fra loro di quanto comunemente si pensi.

Se c’è un aspetto in cui le donne alla ricerca di relazioni possono differire dagli uomini in questo sito di aspiranti traditori, è nel numero desiderato di partners, ha detto Anderson. Infatti, solo il 47 per cento delle donne coinvolte nello studio ha specificato il numero di partners che desiderava conoscere: tutte volevano piuttosto una relazione esclusiva con un solo uomo.Una ricerca precedente di Anderson indicava invece che gli uomini alla ricerca di relazioni clandestine non desideravano affatto conoscere un’unica partner.

Questo può essere dovuto a motivi culturali: gli uomini che hanno molte donne sono dei dongiovanni, le donne che hanno molti partners sono delle poco di buono. E’ possibile dunque che molte donne si tutelino cercando un solo partner, ma è anche possibile, dicono gli autori, che le donne preferiscano realmente coinvolgersi in una relazione unica, molto passionale, con un solo uomo.

Va precisato in conclusione, che il campione di donne esaminato riguarda persone che hanno deliberatamente deciso di tradire il marito in un sito di incontri e dunque sarebbe sbagliato generalizzare. fonte il sessoel’amore

Pagina 330 di 350

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

Mercoledì ore 11,55

Marco Rossi su Radio Deejay

Venerdi ore 19,30

in DeeSera

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

A Milano presso il Nyx Hotel Milano  martedì 16 ottobre alle 19 si terrà una conferenza esclusiva organizzata da La Chiave di Gaia in collaborazione con il Dottor Marco Rossi sessuologo e psichiatra e la fondatrice e sensual trainer Gaia.

Parleremo di Sessualità 3.0 : cambiamenti e nuove tendenze all’epoca del 3.0 nella donna , nella coppia e non solo.

Come la tecnologia ha cambiato il sesso e la sessualità?

Tecnologia e cambiamenti sociali sono un bene o un male per la sessualità?

La serata è esclusiva con posti limitati e solo su prenotazione!

Sarà a disposizione anche un aperitivo

Per info contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top